Tu sei qui: Home Riconosc. Personalità Giuridica

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da servizio6   
Main - Linee di attività


Tipo di intervento:

Riconoscimento Personalità Giuridica di diritto privato per Fondazioni e Associazioni e connessa attività di Controllo e di Vigilanza.

REGISTRO DELLE PERSONE GIURIDICHE DELLA REGIONE SICILIANA



Ufficio competente:
Riconoscimento Personalità Giuridica
Servizio 6 - "ALBI: Gestione e Vigilanza"
Dirigente responsabile: Dott. Antonino Maggio
Ubicazione Ufficio: piano 4° stanza n.14

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



Personale:
Responsabile del procedimento Dott. Michele Ciancimino - tel. 091/7074385
Ubicazione Ufficio: piano 7°
Indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

F.A.Q.:

D. Quali Enti possono presentare istanza per il riconoscimento di personalità giuridica di diritto privato?
R.
Possono presentare l'istanza solo Associazioni e Fondazioni senza scopo di lucro che svolgono attività di pubblica utilità nei settori di competenza di questo Dipartimento
.

D. Quali requisiti deve possedere l'Ente che intende ottenere il riconoscimento di personalità giuridica di diritto privato?
R.
L'Ente deve avere fra gli scopi sociali l'assenza di lucro, deve operare solo nell'ambito del territorio della regione siciliana, deve possedere un patrimonio congruo per il raggiungimento dei fini statutari.

D. Quando e con quali modalità va presentata l'istanza?
R. L'istanza può essere presentata in qualunque momento dell'anno e va compilata come da apposito modello allegato alla circolare n. 8426 del 10/12/2009 al Dipartimento Regionale competente per materia. In questo Dipartimento vanno presentate le istanze degli Enti (Associazioni e Fondazioni) che svolgono attività connesse alle Politiche Sociali.


Istanza di riconoscimento della personalità giuridica - Documentazione da allegare

L'istanza di riconoscimento va presentata in bollo (fatte salve le esenzioni di legge per Onlus ed associazioni di volontariato) e sottoscritta dal legale rappresentante dell'ente o dal notaio rogante per conto dell'ente.
L'istanza di riconoscimento di personalità giuridica e di iscrizione dell'ente nel registro regionale delle persone giuridiche private deve essere indirizzata al dipartimento regionale, ratione materiae secondo le rispettive competenze normativamente assegnate ed al quale è affidata l'intera istruttoria, nonché l'adozione del provvedimento finale di riconoscimento e di richiesta di iscrizione nel registro.
Ove lo scopo assegnato all'istituzione, per sua essenza, interessasse la competenza di diversi rami di Amministrazione e, pertanto, di più dipartimenti regionali, il procedimento di riconoscimento verrà curato dal ramo di Amministrazione, e nel suo ambito, dal dipartimento regionale nelle cui competenze è ricompreso l'aspetto prevalente dello scopo, come specificato nella circolare presidenziale prot.n.1104 del 22 marzo 2001, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 29 dell'8 giugno 2001. A titolo esemplificativo, si esplicita, pertanto, al riguardo, che nell'ipotesi in cui lo scopo dell'ente è l'istruzione, l'educazione, la ricerca o l'assegnazione di borse di studio, il dipartimento regionale competente a curare la fase istruttoria sarà quello della pubblica istruzione e della ricerca scientifica e tecnologica. Nel caso in cui l'ente svolge, contestualmente attività culturale ed assistenza sociale, il dipartimento regionale competente sarà quello dei beni culturali ed ambientali, oppure quello della famiglia e delle politiche sociali, in relazione alla prevalenza dello scopo.
All'istanza devono essere allegate:
-  due copie autentiche, in bollo, salvo le esenzioni di legge, dell'atto costitutivo e dello statuto, redatti per atto pubblico;
-  una relazione illustrativa in duplice copia sull'attività svolta dall'ente o, se di nuova costituzione, su quella che svolgerà, debitamente sottoscritta dal legale rappresentante;
-  una relazione sulla situazione patrimoniale e finanziaria, in duplice copia, sottoscritta dal legale rappresentante, consistente nella descrizione degli elementi costitutivi del patrimonio iniziale dell'Ente o fondo di dotazione dell'ente (mobili ed immobili) e dei mezzi finanziari con i quali si intende provvedere in relazione a spese ed eventuali investimenti (conferimenti di soci, eventuali proventi da attività commerciali secondarie dell'ente, contributi, lasciti, donazioni e quant'altro). La relazione deve essere corredata da documentazione idonea a dimostrare l'esistenza del patrimonio iniziale che sia adeguato e sufficientemente congruo in relazione al perseguimento delle finalità istituzionali ed ai fini della garanzia patrimoniale verso i terzi. Al riguardo sarebbe opportuno, inoltre, che una parte dell'importo del fondo patrimoniale sopra indicato sia espressamente destinato a costituire un "fondo patrimoniale di garanzia" vincolato ai fini di fornire la necessaria garanzia patrimoniale verso i terzi. Il suddetto fondo di garanzia potrà essere previsto nello stato patrimoniale del bilancio con apposita menzione e dovrà essere istituito (se non già indicato all'atto di costituzione dell'ente per le fondazioni) con apposita deliberazione dell'organo decisionale dell'ente che ne precisi l'importo e ne dichiari l'indisponibilità per esigenze gestionali.
Per quanto concerne la dimostrazione dell'esistenza, al momento del riconoscimento giuridico, delle risorse patrimoniali e dei mezzi finanziari idonei al raggiungimento delle finalità sociali e istituzionali, si potranno produrre certificazioni o dichiarazioni bancarie (apertura di deposito bancario intestato all'ente, di deposito titoli etc.) o, ancora, dichiarazioni attestanti l'erogazione da parte di privati o di enti di sovvenzioni, contributi, donazioni e atti di liberalità;
-  due copie dell'ultimo bilancio preventivo e del conto consuntivo approvato, o, in caso di istituzione neo-costituita, prospetto contenente una previsione finanziaria di massima relativa ai primi tre anni di attività prevista o almeno al primo anno;
-  un elenco, in duplice copia, dei componenti il consiglio di amministrazione dell'ente (o dell'organo amministrativo dell'ente comunque sia denominato), con l'indicazione delle cariche rispettivamente ricoperte e dei poteri di firma eventualmente attribuiti, corredato dai codici fiscali di tutti gli amministratori (i nominativi degli amministratori, se gli stessi non sono ancora stati nominati al momento della presentazione dell'istanza di riconoscimento, possono essere comunicati anche immediatamente dopo l'avvenuto riconoscimento di personalità giuridica dell'ente).
Sarebbe, altresì, opportuno indicare un referente al quale fare riferimento per le comunicazioni inerenti il procedimento amministrativo e relativo recapito telefonico o di posta elettronica.
Il procedimento di riconoscimento di personalità giuridica viene avviato con la data di ricevimento dell'istanza e si conclude entro 120 giorni da tale data, con decreto dirigenziale (solitamente del dirigente generale) ove non vengano ravvisate ragioni ostative all'iscrizione, ovvero ricorra la necessità di integrare la documentazione (cfr. art. 1, commi 5 e 6, D.P.Rep. n. 361/2000). Il citato decreto di riconoscimento dispone l'iscrizione dell'ente nel registro regionale delle persone giuridiche, la cui tenuta compete all'Area 1ª "Affari Generali" della Segreteria generale della Presidenza della Regione, la quale provvederà, altresì, alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana, nonché, alla notifica all'ente interessato del comunicato concernente l'avvenuta iscrizione con la specificazione del numero assegnato secondo l'ordine cronologico corrispondente e la relativa data.
La personalità giuridica sarà acquisita mediante l'iscrizione nel suddetto registro.
Modulistica:
L'Istanza deve essere redatta utilizzando il seguente modello:
Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Settembre 2019 08:51