Tu sei qui: Home Bonus Socio Sanitario

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da servizio5   
Main - Linee di attività
Tipo di intervento:
Il Buono Socio Sanitario è un intervento diretto a sostegno delle famiglie che accolgono e mantengono nel proprio ambito anziani non autosufficienti o disabili gravi, conviventi, legati da vincolo familiare, in alternativa al ricovero in presidi residenziali.

Leggi di settore:

-
Legge regionale 31 luglio 2003, n. 10 concernente “Norme per la tutela e la valorizzazioni della famiglia”, art. 10 “Buono socio sanitario”
- Decreto Presidenziale 7 luglio 2005 “Definizioni dei criteri per l’erogazione del Buono socio-sanitario a nuclei familiari con anziani non autosufficienti o disabili gravi ex art. 10 della legge regionale n. 10 del 31 luglio 2003”
- Decreto Presidenziale 7 ottobre 2005 “Modifiche ed integrazioni al decreto presidenziale 7 luglio 2005 concernete definizione dei criteri per l’erogazione del Buono socio-sanitario a nuclei familiari con anziani non autosufficienti o disabili gravi ex art. 10 della legge regionale n. 10 del 31 luglio 2003”.

Ufficio Competente: Servizio 5: Anziani-disabilità–tossicodipendenze- settore penitenziario e post penitenziario
Dirigente responsabile: Dott.ssa Rosaria Lotà

Personale :
Giuseppina Vizzini telefono: 091/7074257 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


FAQ:
D: Chi sono i destinatari del buono-socio sanitario?
R: Destinatari del buono-socio sanitario sono le famiglie che, residenti nel territorio regionale , si prendono cura di un anziano di età non inferire a 69 anni e 1 giorno, in condizioni di non autosufficienza debitamente certificata (invalidità civile al 100% con indennità di accompagnamento) ovvero accolgono un disabile con disabilità grave certificata ai sensi della legge 104/92. Il limite I.S.E.E. del nucleo familiare per l’accesso all’intervento è determinato in €. 7.000,00.

D: A chi va presentata l’istanza?
R: L’istanza del cittadino va presentata presso gli uffici comunali di residenza entro il mese di aprile. I Comuni Capofila di Distretto Socio-Sanitario sono tenuti a presentare le istanze di finanziamento all’Assessorato Famiglia entro il 30 giugno

D: Quali sono i documenti che l’utente deve allegare all’istanza?
R: I documenti sono:
· Verbale della commissione invalidi civili attestante l’invalidità al 100% con indennità di accompagnamento, o in alternativa, certificazione attestante disabilità grave ai sensi della legge 104/92;
· Certificazione I.S.E.E. rilasciata da uffici ed organismi abilitati.
D: Il Buono socio-sanitario 2009 è stato pagato?
R: Si, le somme sono state pagate ai Comuni Capofila dei Distretti Socio-Sanitari e vengono pagate ai beneficiari direttamente dai medesimi Comuni

D: Il Buono socio-sanitario 2010 sarà pagato?
R: Si, appena sarà concluso l’iter procedimentale

Comunicazioni:

F.N.A. 2013: EROGAZIONE BUONO SOCIO SANITARIO: Si rende noto che è stato predisposto l'avviso per la presentazione del Buono Socio Sanitario di cui alla nota prot. n° 44771 del 21/11/2013.


Pubblicità Legale
Provvedimenti  20112012
Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Marzo 2014 10:13