Tu sei qui: Home Anziani Ultra Settantacinquenni

Main - Linee di attività

 

Questo Avviso è la prosecuzione dell’intervento sperimentale rivolto ad anziani non autosufficienti a suo tempo avviato ad attuazione di quanto indicato dell’art. 3 dell’Intesa sottoscritta in sede di Conferenza Unificata nella seduta del 14 febbraio 2008, recante le modalità di attuazione della previsione contenuta nella lettera c) – bis comma 1251 dell’articolo 1 della legge n. 296 del 2006, in materia di programmi sperimentali di intervento contenenti misure finalizzate al concorso delle spese sostenute dalla famiglia per la retribuzione di un assistente familiare preposto alla cura di soggetti anziani non autosufficienti ed eventuali misure atte a favorire la permanenza in famiglia di persone anziane non autosufficienti o il rientro a casa delle persone anziane totalmente o parzialmente non autosufficienti.

L’intervento sarà quindi rivolto ad anziani ultrasettantacinquenni in condizioni di non autosufficienza e sarà finalizzato a favorire la permanenza o il ritorno in famiglia degli stessi quale alternativa al ricovero presso strutture residenziali.

L’intervento prevederà la concessione di un buono sociale (intervento economico) o di un buono di servizio (voucher) per l’acquisto di prestazioni sociali o socio – sanitarie in favore di soggetti anziani ultrasettantacinquenni affetti da grave e dimostrata disabilità o invalidità al 100%, conviventi con la famiglia e, quindi, presso la stessa residenti. con una modulazione dell’intervento secondo limiti di reddito determinati in funzione del parametro ISEE familiare. In particolare il buono sociale potrà essere utilizzato quale sostegno economico al caregiver familiare ossia per prestazioni fornite da assistenti familiari presso la propria abitazione.

 

 


Leggi di settore:

Accordo Stato - Regione

Vedi Accordo

 


Ufficio competente: Servizio 6

 
Dirigente responsabile:  Dott Antonio Grasso

Tel: 0917074277
Ubicazione Ufficio:  piano 3
Indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Fax: 091607412


Personale:

Dott.ssa Patrizia Riotta

piano 3°   tel. 091 7074307

e-mail -   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sig.ra Maria linda La Grassa

piano 3° tel. 091 7074273

e-mail - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sig.ra Clara Bosco

piano 3° tel. 091 7074369

e-mail - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 


F.A.Q.:

AVVISO PUBBLICO

 

CRITERI E MODALITA’ PER L’ATTUAZIONE DI UN INTERVENTO FINALIZZATO ALLA PERMANENZA O RITORNO IN FAMIGLIA DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI, ATTRAVERSO I COMUNI DI RESIDENZA. (Gurs n.69 del 23.01.2015)

 

 

D: Nel caso in cui la domanda per l’anziano viene sottoscritta dal figlio non

convivente (All.3) quale reddito ISEE deve essere presentato?

R: L’ISEE deve essere riferito al solo soggetto anziano beneficiario dell’intervento.

 

D: Posso utilizzare la dichiarazione ISEE, riferita al reddito 2013 e in corso di validità, anche se la stessa è stata rilasciata antecedentemente a Gennaio 2015?

R: La dichiarazione ISEE riferita anche ai redditi del 2013, così come da Avviso, deve essere rilasciata nell’anno 2015 secondo la vigente normativa (Circolare n. 171 del 18.12.2014 INPS Servizi).

D : La "dichiarazione che il soggetto non accede al altre fonti di finanziamento per il medesimo servizio nell'anno di riferimento", riguarda qualunque altro servizio con medesime finalità assistenziali, anche se finanziato con fondi non regionali?

R: Come da allegato "A" punto 5 "Istruttoria dei Comuni e richiesta di finanziamento all’Assessorato" al beneficiario verranno assegnati dei voucher per le singole prestazioni elencate nel piano individualizzato. Il Comune dovrà verificare che la famiglia beneficiaria non rientri tra quelle assegnatarie di altre risorse per le stesse prestazioni pur trattandosi di fondi non regionali.

D: Chi può fornire all’anziano le prestazioni previste dal piano individualizzato?

R: L'Avviso prevede che le prestazioni previste nel piano individualizzato possono essere fornite sia da organismi ed enti no profit individuati dal beneficiario o da assistenti familiari regolarmente iscritti all'albo degli assistenti familiari/badanti.

D: Il Comune a chi deve consegnare il voucher per la riscossione della somma assegnata all’Anziano?

R: Il voucher verrà consegnato all’anziano beneficiario dell’intervento o a chi ha sottoscritto la domanda per lo stesso, previa presentazione di ricevuta fiscale che attesti il pagamento delle prestazioni previste dal piano individualizzato.

D: Può un anziano che vive da solo, presentare istanza di concessione del voucher?

R: No, perché si tratta di un intervento finalizzato alla permanenza o ritorno in famiglia di ultrasettantacinquenni, non autosufficienti, il cui principio è sostenere le famiglie che accudiscono l’anziano inserito nel proprio nucleo.

D: C'è compatibilità tra questo voucher e il Buono Socio Sanitario 2015?

R: No.

D: L'inserimento dell'anziano nel nucleo familiare, come da modello di domanda All1 e All2, come va considerato ai fini della dichiarazione ISEE?

R: La condizione economica dell’anziano inserita all’interno di un nucleo familiare deve prevedere un ISEE che comprenda l’intero nucleo, eccezione viene fatto solo nel caso in cui la domanda (All.3), viene presentata dal figlio non convivente tutore dell’anziano.E’ l’unico caso in cui è previsto l’ISEE del solo soggetto anziano.

E’ inoltre previsto dalla Circolare n. 171 del 18.12.2014 INPS Servizi al punto 6, "le prestazione agevolate di natura socio sanitaria (art.6)" che l’anziano in possesso dei requisiti previsti dal bando ha la facoltà di richiedere un ISEE ristretto rispetto a quello ordinario, previsto dalla normativa vigente esclusivamente per prestazioni socio-sanitarie rivolte a persone maggiorenni con disabilità. I modelli potranno essere richiesti all’INPS competente per territorio.

D: La proroga di 60 giorni da quando decorre?

R: La data di proroga decorre dal 23.01.2015 per i 60 giorni successivi. Data di scadenza dell’Avviso 23 aprile 2015.

 

 

 


Provvedimenti:

D.D.G n. 1658 del 05.07.2016. Decreto impegno riparto somme  ai Comuni per anziani ultra settantacinquenni non autosufficienti.


Modulistica:

indicazione su moduli vari con i relativi link


Archivio storico:

da modificare in "Pubblicità Legale:" inserire anno dopo anno i provvedimenti emanati su file excel

tutti i riferimenti relative ai provvedimenti vanno linkati

es.: anno 2012 - anno 2013 etc..


 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 02 Marzo 2017 11:44